MOSCHE VOLANTI E RAGNATELE...

Le mosche volanti altro non sono che delle impurità presenti dentro il gel che riempie l’occhio e che prende il nome di vitreo. Questo disturbo che è molto comune ed è denominato MIODESOPSIA colpisce con eguale frequenza entrambi i sessi ed è più spesso riferito da persone adulte al di sopra dei 50 anni ma è spesso riferito da persone anche più giovani.
Il vitreo è una sostanza gelatinosa e trasparente che mantiene la forma ed il tono del bulbo oculare. In condizioni normali il vitreo aderisce alla retina (lo strato che riveste internamente il bulbo oculare) ma con l’età, a seguito di sforzi fisici prolungati, disidratazione, dimagrimenti rapidi o a seguito dell’elavata miopia il vitreo va in contro ad un fenomeno degenerativo che culmina con la sua separazione dalla retina (distacco posteriore di vitro) con conseguente comparsa improvvisa di oggetti che fluttuano dentro l’occhio e che sfuggono se uno cerca di fissarli e che in ogni paziente possono assumere varie forme (filamenti, mosche, ragnatele, virgole, puntini, nuvolette, etc..). Non esiste una cura che possa eliminare questo disturbo. Col tempo questi fastidiosi puntini neri possono diminuire o essere percepiti maggiormente in estate, ma è difficile che scompaiano del tutto. Si può però prevenire il loro peggioramento con comportamenti e prodotti che il vostro Medico Oculista potrà prescrivervi a seguito di una visita approfondita completa di esame del fondo oculare in midiriasi ed eventuali esami strumentali ove il caso lo richiedesse.

Floaters o mosche volanti


Può anche succedere che oltre alla percezione di puntini neri, si intravedano anche dei lampi o bagliori denominati FOTOPSIE. La percezione di lampi indica che il vitreo non si è staccato completamente dalla retina, ma è ancora aderente in alcuni punti, di solito situati alla periferia retinica e la sta sollecitando. Il lampo si genera quando la parte di vitreo ancora aderente alla retina la stira determinando una trazione vitreoretinica. Lo stiramento della retina provoca la stimolazione della retina stessa che viene percepita sotto forma di lampo.
N.B. E’ bene tuttavia che in presenza di una sintomatologia di questo tipo (MIODESOPSIE E FOTOPSIE), ci si sottoponga ad una VISITA OCULISTICA ed in particolare ad un esame della periferia retinica, nel più breve tempo possibile. Non è infrequente infatti che, a seguito del distacco del vitreo dalla retina o della trazione esercitata in un punto dal vitreo sulla retina, si verifichino dei piccoli fori retinici che una volta individuati devono essere circondati da un trattamento laser per impedire complicanze peggiori: il distacco della retina.

CONCLUSIONI: In caso si presentassero sintomi quali mosche volanti, ragnatele, filamenti accompagnati o meno da lampi e bagliori dovete recarvi tempestivamente dal vostro Medico Oculista di fiducia o al pronto soccorso oculistico e non affidavi al medico curante o all’Ottico che non è un medico ma un professionista nel settore del commercio. liberamente tratto da “Occhioallaretina”